10 curiosità sugli scarafaggi

curiosita-scarafaggiGli scarafaggi sono considerati tra gli animali con più successo nella natura. Sono presenti in praticamente tutto il mondo e da recenti studi sembrano abitare la terra da circa 350 milioni di anni! Proprio per questo sbarazzarsi degli scarafaggi risulta un compito così arduo, hanno una capacità di adattamento e mutamento unico sulla faccia della terra.

10 curiosità che forse non sapevi sugli scarafaggi

  1.  Gli scarafaggi sono così persistenti e resistente che i ricercatori hanno scoperto essere gli unici organismi, insieme agli scorpioni, che possono sopravvivere in una zona dopo gli esperimenti atomici! L’avrete forse notato nei film apocalittici la numerosa presenza di blatte.
  2.  Telecamere ad alta velocità hanno rilevato che riescono a muoversi a 4 km/h (che per la loro piccola stazza è tantissimo) e inoltre possono cambiare direzione 25 volte al secondo. Si tende quindi a sopravvalutare la velocità della blatta, chi ha la fobia di questi insetti pensa che siano velocissimi. 4 km/h è più lento di una persona che cammina normalmente,
  3. Mentre in condizioni ideali le blatte preferiscono cibi dolci, in situazioni critiche possono mangiare quasi qualsiasi cosa: colla, grasso, sapone, carta da parati, pasta, cuoio, pezzi di giornali e perfino capelli. Nonostante ciò uno scarafaggio può sopravvivere a lungo senza mangiare; alcune specie possono vivere senza nutrirsi fino a 6 settimane. Hanno invece bisogno di bere più frequentemente.
  4. Se decapitate, le blatte possono continuare a vivere fino a una settimana senza testa. Questo è un grande segno della loro resistenza fisica!
  5. La maggior parte delle femmine di scarafaggio sono madri devote, infatti portano la loro prole sempre con loro in piccole sacche, come fanno i canguri. Se vi interessa l’argomento ne ho ampliamene parlato nell’articolo riguardanti le uova di blatte.
  6. Se uno scarafaggio si rompe una gamba, gliene può crescere un altra. Sembra incredibile ma è vero, è un po come la coda delle lucertole o denti dello squalo.
  7. In molte parti del mondo, lo scarafaggio è un cibo prelibato nella cucina locale. Questo avviene soprattutto in tantissimi paesi. In Africa alcune tribù si cibano di termiti, di formiche e bruchi. In Asia è risaputo che gli insetti sono considerati cibi prelibati, particolarmente in Thailandia. I giapponesi invece vanno matti per le larve. In America latina, invece si possono trovare cavallette fritte, cimici e formiche. L’ultimo paese della lista è la Nuova Zelanda, qui sono ancora presenti alcune tribù aborigene che si nutrono di insetti e larve.
  8. Uno scarafaggio può trattenere il respiro fino a 7 minuti, infatti è un abile nuotatore, vive nelle fogne e può risalire le tubature.
  9. Gli scarafaggi possono arrampicarsi sulle pareti perché sono dotati di artigli sulle zampe che servono proprio a questo.
  10. Gli scarafaggi che hanno appena perso la loro pelle sono bianchi con gli occhi scuri. Dopo qualche ora la pelle inizia a indurirsi e scurirsi.

A cosa servono gli scarafaggi

A cosa servono le blatte? Questa è sicuramente una domanda lecita da farsi. Sebbene la maggior parte di noi pensi agli scarafaggi come a parassiti, hanno un utile ruolo ecologico. Gli scarafaggi infatti sono dei riciclatori professionisti, si nutrono praticamente di ogni cosa, comprese piante, animali morti e rifiuti animali e successivamente concimano il terreno con le loro feci, che aiutano le piante, continuando il ciclo. Inoltre sono una delle principali fonti di cibo per molti uccelli e piccoli mammiferi insettivori, come topi e ratti.

Conclusione

Spero di aver risolto molte delle vostre curiosità su questi insetti particolari, inoltre se non lo sapete gli scarafaggi hanno diverse personalità, proprio come noi umani. Ho anche scritto un articolo a riguardo. Gli scarafaggi sono odiati dalle persone ma sono spesso studiati da ricercatori e naturalisti. Hanno un aspetto orribile ma una forza e una resistenza immensa, è proprio per questo che, quando infestano le nostre case, è cosi difficile scacciarli senza adeguati prodotti.