Trappole per blatte e scarafaggi! Quali scegliere

trappole blatte scarafaggiDato il notevole aumento delle infestazioni di scarafaggi negli ultimi anni, sono stati creati sempre più prodotti per eliminare le blatte. Ho parlato ampiamente di tutti i migliori prodotti per blatte in commercio nella pagina principale; in questa voglio soffermarmi esclusivamente sulle trappole per blatte. Esistono vari tipi di trappole per scarafaggi in commercio, e se ne possono anche costruire fai da te.
Ricordo che per trappole per blatte si intendono quei rimedi che intrappolano al loro interno gli scarafaggi, come per esempio le strisce collanti. Per altri metodi più invasivi, ma anche più efficaci, come esche, insetticidi e tanti altri, ti invito a leggere altre pagine del sito.

Trappole per blatte in commercio

Le trappole collanti sono tra le più diffuse, sono un valido sistema per eliminare le blatte che rimangono così incollate. Sono costituite generalmente solo da una striscia collante e una sostanza attraente. Queste trappole per blatte sono l’ideale se l’infestazione è contenuta infatti hanno numerosi vantaggi: non sono impiegati prodotti chimici e non ci sono pericolosi meccanismi a scatto come nelle trappole per topi. Tutto ciò risulta molto più sicuro se in casa sono presenti animali o bambini.
Vi invito a leggere sotto il paragrafo su dove posizionare le trappole.
Ecco le migliori trappole per blatte che ho individuato in commercio:

Dove posizionare le trappole per blatte

Posizionare bene le trappole è un punto cruciale nel processo di eliminazione degli scarafaggi. Vediamo ora le zone in cui vi consiglio di posizionarle in base alla varie stanze della casa.
Cucina: vi consiglio di posizionare qualche trappola sul pavimento sotto gli elettrodomestici, per esempio forno, frigorifero e lavastoviglie. Un altro punto potrebbe essere dentro alle credenze, sotto il rubinetto e anche dentro ad alcuni elettrodomestici come microonde o tostapane.
Bagno: in questa zona gli scarafaggi sono spesso presenti sotto la lavatrice, nel mobiletto sotto il lavandino e dietro al WC. E’ proprio qui che vanno poi posizionate le trappole
Camera da letto: posizionare le trappole dentro gli armadi e le cassettiere. Va prestata particolare attenzione anche sotto i mobili, sotto il letto, dietro la televisione, stereo, monitor del computer etc.

trappola per scarafaggi

Una valida alternativa alle trappole

Come avete visto il processo di posizionamento delle trappole è abbastanza lento e laborioso, inoltre vanno posizionate numerose trappole e quindi la spesa aumenta in modo ingente.
Una valida alternativa, sempre ecologica e green, alle trappole che ci sentiamo di consigliarvi sono i repellenti ad ultrasuoni per blatte. Questi apparecchi faranno fuggire le blatte da casa tua senza bisogno di piazzare trappole o veleni. Il loro funzionamento è semplice: il repellente emette dei suoni molto acuti, che non sono udibili dall’orecchio umano o dai nostri animali domestici, ma sono terribili per insetti e piccoli roditori. Il repellente va attaccato alla corrente nella zona nella quale avete avvistato le blatte più di frequente. Ne abbiamo provati diversi, metto qui sotto il link del migliore che abbiamo trovato, a prezzo non proibitivo. Questo dispositivo a ultrasuoni è stato testato e funziona su praticamente tutte le tipologie di scarafaggi.

scarafaggi blatte repellente

Trappole per scarafaggi fai da te

Ecco ora alcune idee per creare facili trappole a casa. Chiaramente non sono efficaci come quelle che si acquistano, ma se l’infestazione è contenuta e sei un tuttofare puoi provare. Sinceramente ti consiglio di provare le vere trappole, i repellenti a ultrasuoni o le esche per blatte, funzionano molto meglio.

Trappola di vaselina

Questa trappola per blatte è semplice da costruire;  occorre una bottiglia di plastica tagliata a metà o un altro contenitore a cui applicheremo la vaselina sul bordo interno. All’interno del recipiente vanno posizionate alcune esche che risultano attrattive per le blatte come per esempio bucce di frutta come mela, banana o mango. Poi bisogna mettere questo contenitore nelle zone più infestate dagli scarafaggi e posizionarlo vicino ai muri. L’odore delle bucce di frutta attirerà gli scarafaggi nel barattolo che però non potranno più uscire a causa della vaselina sul bordo del recipiente.

Repellente al cetriolo

Per costruire questo repellente bisogna prendere una lattina di alluminio e mettere al suo interno alcune bucce di cetriolo. Nel corso della notte i succhi del cetriolo reagiranno con la lattina di alluminio producendo un odore che le blatte non sopportano. Questa è una soluzione ingegnosa per cercare di allontanare gli scarafaggi, siate consapevoli che spesso bisogna sfoderare armi più efficaci.

Trappola d’acqua

trappole blatteBisogna prendete un vasetto e riempirlo a metà d’acqua per poi posizionarlo vicino alle pareti. Gli scarafaggi, alla ricerca d’ acqua, entreranno nel barattolo e non riusciranno più ad uscire. Questa trappola per blatte è simile alla prima ma sfrutta il loro bisogno d’acqua anziché quello del cibo. Solo scarafaggi adulti possono essere catturati con questo rimedio.

Conclusione

Spero che queste informazioni possano esservi servite per la vostra “battaglia” contro questi odiosi parassiti. Se avete più di una blatta o due vi consiglio di informarvi meglio e di usare metodi più efficaci come i repellenti a ultrasuoni o i veleni. Voglio avvisarvi di non prendere alla leggera la situazione perché le blatte si riproducono molto infetta e potrebbero procurarvi problemi facilmente evitabili se si fosse corsi subito ai ripari. Volevo inoltre avvisarvi che le blatte sono portatrici di malattie gravi che sono anche trasmissibili all’uomo, prestate quindi la massima ATTENZIONE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *